Log In

Gastonomia

Cucinare le cozze in modo veloce e gustoso

Pin it

Le cozze si possono cucinare in mille modi, e questo frutto di mare, nero e saporito, è sempre gustoso e di qualità, piace a tutti ed è adatto sia a un pasto veloce, che a una cena importante.  Un vino bianco fresco e frizzante è adattissimo ad accompagnare il piatto, ad esempio una Falangina o un Asprino, vini campani, sono perfetti abbinamenti.  Le cozze gratinate si presentano come un ottimo antipasto per un impegnativo pasto a base di pesce, o possono funzionare come secondo, magari dopo una bella pizza.

COZZE  GRATINATE

Si puliscono le cozze togliendo la “barba” che esce da ciascuna cozza. Se, per caso, c’è qualche cozza aperta o con il guscio rotto, è bene buttarle via; le prime perché sono morte, le seconde perché possono essere piene di sabbia. Dunque, dopo averle pulite, si mettono in un contenitore pieno di acqua fredda per qualche minuto,  si butta l’acqua e si ripete l’operazione tre volte. A questo punto, si prendono le cozze e, scolate completamente dell’acqua, si mettono in una pentola vuota,  si coprono con il coperchio e si accende il gas.

Dopo un po’ di tempo, le cozze cominciano ad aprirsi e a buttare fuori la loro  acqua. Quando sono tutte aperte, spegnere il fuoco e tirare fuori le cozze, avendo l’accortezza di non buttare l’acqua.

Prendere le cozze a una a una, staccarle dal guscio (se qualcuna è chiusa, buttarla via perché è morta) e metterle da parte. Scegliere i gusci più grandi, staccare le due valve e posizionarle in una teglia, l’una vicina all’altra. Su ciascuna valva mettere due muscoli e sopra mollica di pane raffermo sbriciolata e unita a del prezzemolo tritato. Su tutto spremete mezzo limone, qualche cucchiaio di liquido di cozze filtrato, olio di oliva e poco sale. Mettere in forno già caldo finché la mollica non assume un bel colore biodo scuro.